Pages Menu
TwitterFacebook
Categories Menu

Posted in Articoli, Numero 17 - Articoli, Numero 17 - Giugno 2008

Il Portogallo dei garofani: rivoluzione, controrivoluzione, normalizzazione (1974-1976)

Il Portogallo dei garofani: rivoluzione, controrivoluzione, normalizzazione (1974-1976)

di Marco Galleri

Abstract

La cosiddetta Rivoluzione dei Garofani è, nell’immaginario della maggior parte degli stranieri, ridotta alla giornata del 25 aprile 1974, ai fiori nelle giacche dei militari, alla folla che inneggia sui carri armati alla libertà conquistata. Ma il Portogallo dovette affrontare ben altri e più oscuri sconvolgimenti prima di poter incontrare un equilibrio. Nel breve saggio qui riportato si cerca di chiarire come fronte a quella che veniva internazionalmente vista come la minaccia di una possibile Cuba nel fianco meridionale della Nato, le grandi potenze occidentali si valsero dell’aiuto delle due principali forze anticomuniste (i militari moderati e i socialisti da una parte, controrivoluzionari e nostalgici del salazarismo dall’altra), che seppure agli antipodi tentarono di approfittare una dell’altra creando una ?tenaglia? micidiale per il governo rivoluzionario di Lisbona.

Abstract english

The so-called ‘Revolution of the Carnations’ is, in the imagination of most foreigners, reduced to the 25th of april 1974 , to flowers in the jackets of soldiers, to the crowd celebrating the conquered freedom on the top of tanks. But Portugal had to face many other, darker upheavals before finding its balance. This essay tries to clarify how Portuguese dealt with what was internationally seen as the threat of a possible Cuba in the southern flank of the NATO: the major western powers won the help of the two main anticommunist-forces (moderate soldiers and Socialists on one side, and counter-revolutionaries and people who were nostalgics of the Salazarism on the other), who tried, despite their differences, to take mutual advantage of the situation creating a deadly encircling for the revolutionary government in Lisbon.

Marco Galleri.pdf

Biografia

Marco Galleri è nato a Tresnuraghes, in Sardegna, nel 1979. Nel 2006 ha conseguito la laurea in Storia presso l’Università di Pisa (relatore prof. Gabriele Ranzato, punteggio ottenuto 110 e lode) con una tesi dal titolo Il ruolo del Generale António de Spínola nella transizione portoghese dalla dittatura alla democrazia (1968-1976) . Nel 2006 ha partecipato a una tavola rotonda presso il Centro Amilcar Cabral di Bologna sullo stesso tema di quest’articolo. I suoi principali punti di interesse sono legati alla Storia contemporanea portoghese, alla guerra civile spagnola, all’evoluzione delle ?democrazie popolari? nell’Europa orientale e, in generale, alle tematiche della guerra fredda. Attualmente vive e lavora in Spagna.

Biography

Marco Galleri (Tresnuraghes, Sardinia 1979). He graduated in History at the University of Pisa in 2006 (supervisor prof. Gabriele Ranzato) with the thesis: The role of General António de Spínola in the Portuguese transition between dictatorship and democracy (1968-1976). He studies Portuguese contemporary history, Spanish civil war, the evolution of European ‘popular democracies’ and the Cold War. He lives and works in Spain .

Iscriviti alla Newsletter di Storia e Futuro

Sarai sempre informato sulle uscite della nostra rivista e sulle nostre iniziative.

La tua iscrizione è andata a buon fine. Grazie!

Share This